Visualizzazione di tutti i 10 risultati

In offerta!

HOMEOPTIC COLL MONOD 10F 0,4ML

11,30 10,50

Homeoptic è un collirio omeopatico rinfrescante e antinfiammatorio che attenua le sensazioni fastidiose di prurito, bruciore e stanchezza. E’ in grado di contrastare l’azione di fattori esteri quali smog, polvere, vento ecc, prevenendo ed attenuando così le sensazioni fastidiose di prurito, bruciore e stanchezza.

Homeoptic favorisce inoltre il ripristino delle condizioni fisiologiche ottimali dell’occhio in caso di infiammazione della congiuntiva, determinando un rapido e prolungato sollievo.

Coadiuvante nel trattamento di:
– congiuntiviti irritative (polvere, vento, fumo, cloro dell’acqua delle piscine);
– discomfort da occhio secco;
– manifestazioni catarrali acute dell’occhio;
– arrossamento, bruciore, prurito;
– impressione di corpo estraneo.

  • Quando non usarlo:Non sono riportati effetti collaterali
  • Come usarlo:Applicare 2 gocce di collirio per ogni occhio per 2/3 volte al giorno. Ripetere l’applicazione anche per periodi lunghi.
  • Composizione:Euphrasia officinalis 3 DH,Calendula officinalis 3 DH,

    Magnesia Carbonica 5 CH

  • Confezione:10 contenitori monodose da 0,4 ml

 

In offerta!

IMIDAZYL ANTIST*COLL 1FL 10ML

8,80 8,00

IMIDAZYL ANTISTAMINICO 1 MG/ML + 1 MG/ML COLLIRIO, SOLUZIONE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
Decongestionanti ed antiallergici.

PRINCIPI ATTIVI
Nafazolina nitrato e tonzilamina cloridrato.

ECCIPIENTI
Flacone da 10 ml: cenzalconi o cloruro; sodio cloruro; disodio edetato;sodio fosfato monobasico diidrato; sodio fosfato dibasico diidrato; acqua depurata. Contenitore monodose: sodio fosfato monobasico monoidrato; sodio cloruro; sodio idrossido; acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI
Negli stati allergici ed infiammatori della congiuntiva accompagnati da fotofobia, lacrimazione, sensazione di corpo estraneo, dolore.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Ipersensibilita’ al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati o ad altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico; in particolare verso xilometazolina, oximetazolina, tetrizolina; glaucoma ad angolo stretto o altre gravi malattie dell’occhio;bambini al di sotto dei 12 anni; gravidanza e allattamento; contemporaneo trattamento con farmaci inibitori delle monoaminossidasi.

POSOLOGIA
Instillare nell’occhio interessato 1-2 gocce, 2-3 volte al giorno. Nonsuperare le dosi consigliate. Attenersi scrupolosamente alle dosi consigliate. Un dosaggio superiore del prodotto anche se assunto per viatopica e per breve periodo di tempo puo’ dar luogo ad effetti sistemici gravi. In ogni caso, il prodotto non deve essere impiegato per piu’di 4 giorni consecutivi, salvo diversa prescrizione medica, stante lapossibilita’ che possano verificarsi in caso contrario effetti indesiderati.

CONSERVAZIONE
Conservare a temperatura inferiore a 30 gradi C nella confezione originale.

AVVERTENZE
Il prodotto, pur presentando uno scarsissimo assorbimento sistemico, deve essere usato con cautela nei soggetti affetti da ipertensione, ipertiroidismo, disturbi cardiaci e iperglicemia (diabete). L’ingestioneaccidentale puo’ causare depressione del sistema nervoso centrale: sedazione spiccata (forte sonnolenza), coma. In questi casi e’ sempre necessaria un’immediata assistenza medica. Il prodotto non e’ idoneo al trattamento di infezioni, danni meccanici (traumi), chimici o da caloreo per eliminare corpi estranei nell’occhio. Queste situazioni richiedono l’attenzione del medico. L’uso, specie se prolungato, dei prodottitopici puo’ dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso e’necessario interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea. Il flacone da 10 ml contiene benzalconio cloruro. Puo’ causare irritazione agli occhi durante il trattamento, non devono essere indossatelenti a contatto morbide. Poiche’ il benzalconio cloruro non e’ presente nella confezione monodose, questa puo’ essere utilizzata dai portatori di lenti a contatto, o da coloro che manifestano ipersensibilita’al benzalconio cloruro.

INTERAZIONI
Il medicinale non deve essere usato se state assumendo farmaci inibitori della monoaminossidasi o se sono passate meno di due settimane dall’ultima somministrazione di questi medicinali poiche’ possono insorgere gravi crisi ipertensive.

EFFETTI INDESIDERATI
L’uso del prodotto puo’ determinare talvolta dilatazione pupillare, effetti sistemici da assorbimento (ipertensione, disturbi cardiaci, iperglicemia), aumento della pressione endoculare, nausea, cefalea. Raramente possono manifestarsi fenomeni di ipersensibilita’. In tal caso occorre interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea. La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale e’ importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
Non sono noti effetti teratogenetici ed embriotossici dei due componenti la specialita’, nell’uso topico. Comunque, nelle donne in stato digravidanza e durante l’allattamento l’utilizzo del medicinale richiedel’approvazione medica.

In offerta!
Out Of Stock

IMIDAZYL*COLL 10FL 1D 1MG/ML

8,80 8,60

IMIDAZYL 1 MG/ML COLLIRIO, SOLUZIONE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
Decongestionanti ed antiallergici.

PRINCIPI ATTIVI
Nafazolina nitrato.

ECCIPIENTI
Flacone da 10 ml: benzalconio cloruro; sodio cloruro; disodio edetato;sodio fosfato monobasico diidrato; sodio fosfato dibasico diidrato; acqua depurata. Contenitore monodose: sodio fosfato monobasico; sodio cloruro; acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI
Negli stati allergici ed infiammatori della congiuntiva caratterizzatida senso di bruciore, anche da agenti esterni, associato ad eccessivalacrimazione, fotofobia, iperemia.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Ipersensibilita’ al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati o ad altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico; in particolare verso xilometazolina, oximetazolina, tetrizolina; glaucoma ad angolo stretto o altre gravi malattie dell’occhio;bambini al di sotto dei 12 anni; contemporaneo trattamento con farmaci inibitori delle monoaminossidasi.

POSOLOGIA
Instillare nell’occhio interessato 1-2 gocce, 1-2 volte al giorno. Nonsuperare le dosi consigliate. In ogni caso, il prodotto non deve essere impiegato per piu’ di 4 giorni consecutivi salvo diversa prescrizione medica stante la possibilita’ che possano verificarsi in caso contrario effetti indesiderati. Attenersi scrupolosamente alle dosi consigliate. Un dosaggio superiore del prodotto anche se assunto per via topica e per breve periodo di tempo puo’ dar luogo ad effetti sistemici gravi.

CONSERVAZIONE
Conservare nella confezione originale.

AVVERTENZE
Il prodotto, pur presentando uno scarsissimo assorbimento sistemico, deve essere usato con cautela nei soggetti affetti da ipertensione, ipertiroidismo, disturbi cardiaci, asma bronchiale e iperglicemia (diabete). Il prodotto va tenuto lontano dalla portata dei bambini poiche’ l’ingestione accidentale puo’ causare depressione del S.N.C. (sedazionespiccata ed ipotonia), coma. In questi casi e’ sempre necessaria un’immediata assistenza medica. Il prodotto non e’ idoneo al trattamento diinfezioni, danni meccanici (traumi), chimici o da calore o per eliminare corpi estranei nell’occhio. Queste situazioni richiedono l’attenzione medica. Il flacone da 10 ml contiene benzalconio cloruro. Puo’ causare irritazione agli occhi durante il trattamento, non devono essereindossate lenti a contatto morbide. Poiche’ il benzalconio cloruro none’ presente nella confezione monodose, questa puo’ essere utilizzatadai portatori di lenti a contatto, o da coloro che manifestano ipersensibilita’ al benzalconio cloruro.

INTERAZIONI
Il medicinale non deve essere usato se state assumendo farmaci inibitori della monoaminossidasi o se sono passate meno di due settimane dall’ultima somministrazione di questi medicinali poiche’ possono insorgere gravi crisi ipertensive.

EFFETTI INDESIDERATI
L’uso del prodotto puo’ determinare talvolta dilatazione pupillare, effetti sistemici da assorbimento (ipertensione, disturbi cardiaci, iperglicemia), aumento della pressione endoculare, nausea, cefalea. Raramente possono manifestarsi fenomeni di ipersensibilita’. In tal caso occorre interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea. La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale e’ importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
Non sono noti effetti teratogeni ed embriotossici del componente la specialita’, nell’uso topico. Comunque nelle donne in stato di gravidanza e durante l’allattamento il prodotto va usato solo in caso di effettiva necessita’.

In offerta!

IMIDAZYL*COLL FL 10ML 0,1%

8,30 7,50

IMIDAZYL 1 MG/ML COLLIRIO, SOLUZIONE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
Decongestionanti ed antiallergici.

PRINCIPI ATTIVI
Nafazolina nitrato.

ECCIPIENTI
Flacone da 10 ml: benzalconio cloruro; sodio cloruro; disodio edetato;sodio fosfato monobasico diidrato; sodio fosfato dibasico diidrato; acqua depurata. Contenitore monodose: sodio fosfato monobasico; sodio cloruro; acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI
Negli stati allergici ed infiammatori della congiuntiva caratterizzatida senso di bruciore, anche da agenti esterni, associato ad eccessivalacrimazione, fotofobia, iperemia.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Ipersensibilita’ al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati o ad altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico; in particolare verso xilometazolina, oximetazolina, tetrizolina; glaucoma ad angolo stretto o altre gravi malattie dell’occhio;bambini al di sotto dei 12 anni; contemporaneo trattamento con farmaci inibitori delle monoaminossidasi.

POSOLOGIA
Instillare nell’occhio interessato 1-2 gocce, 1-2 volte al giorno. Nonsuperare le dosi consigliate. In ogni caso, il prodotto non deve essere impiegato per piu’ di 4 giorni consecutivi salvo diversa prescrizione medica stante la possibilita’ che possano verificarsi in caso contrario effetti indesiderati. Attenersi scrupolosamente alle dosi consigliate. Un dosaggio superiore del prodotto anche se assunto per via topica e per breve periodo di tempo puo’ dar luogo ad effetti sistemici gravi.

CONSERVAZIONE
Conservare nella confezione originale.

AVVERTENZE
Il prodotto, pur presentando uno scarsissimo assorbimento sistemico, deve essere usato con cautela nei soggetti affetti da ipertensione, ipertiroidismo, disturbi cardiaci, asma bronchiale e iperglicemia (diabete). Il prodotto va tenuto lontano dalla portata dei bambini poiche’ l’ingestione accidentale puo’ causare depressione del S.N.C. (sedazionespiccata ed ipotonia), coma. In questi casi e’ sempre necessaria un’immediata assistenza medica. Il prodotto non e’ idoneo al trattamento diinfezioni, danni meccanici (traumi), chimici o da calore o per eliminare corpi estranei nell’occhio. Queste situazioni richiedono l’attenzione medica. Il flacone da 10 ml contiene benzalconio cloruro. Puo’ causare irritazione agli occhi durante il trattamento, non devono essereindossate lenti a contatto morbide. Poiche’ il benzalconio cloruro none’ presente nella confezione monodose, questa puo’ essere utilizzatadai portatori di lenti a contatto, o da coloro che manifestano ipersensibilita’ al benzalconio cloruro.

INTERAZIONI
Il medicinale non deve essere usato se state assumendo farmaci inibitori della monoaminossidasi o se sono passate meno di due settimane dall’ultima somministrazione di questi medicinali poiche’ possono insorgere gravi crisi ipertensive.

EFFETTI INDESIDERATI
L’uso del prodotto puo’ determinare talvolta dilatazione pupillare, effetti sistemici da assorbimento (ipertensione, disturbi cardiaci, iperglicemia), aumento della pressione endoculare, nausea, cefalea. Raramente possono manifestarsi fenomeni di ipersensibilita’. In tal caso occorre interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea. La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale e’ importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
Non sono noti effetti teratogeni ed embriotossici del componente la specialita’, nell’uso topico. Comunque nelle donne in stato di gravidanza e durante l’allattamento il prodotto va usato solo in caso di effettiva necessita’.

In offerta!

OCTILIA ALL INF*COLL 1FL 10ML

7,50 7,00

OCTILIA ALLERGIA E INFIAMMAZIONE 3 MG/ML + 0,5 MG/ML COLLIRIO, SOLUZIONE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
Decongestionanti ed antiallergici.

PRINCIPI ATTIVI
100 ml di soluzione contengono: feniramina maleato 0,30 g, tetrizolinacloridrato 0,05 g.

ECCIPIENTI
Flacone multidose: acido borico; borace; benzalconio cloruro; acqua per preparazioni iniettabili. Contenitore monodose: acido borico; borace; acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI
Negli stati allergici ed infiammatori della congiuntiva accompagnati da fotofobia, lacrimazione, sensazione di corpo estraneo, dolore.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Ipersensibilita’ verso i componenti del prodotto o altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico; in particolare verso xilometazolina, oximetazolina, tetrizolina. Glaucoma ad angolo stretto/chiuso o altre gravi malattie dell’occhio. Controindicato nei bambini al di sotto dei dodici anni. Generalmente controindicato durante la gravidanza e l’allattamento. Controindicato nel contemporaneo trattamentocon farmaci inibitori delle monoaminossidasi (tranilcipromina, fenelzina, pargilina).

POSOLOGIA
Instillare nell’occhio interessato 1-2 gocce 2-3 volte al giorno. Nonsuperare le dosi consigliate. Attenersi scrupolosamente alle dosi consigliate. Un dosaggio superiore del prodotto anche se assunto per via topica e per breve periodo di tempo puo’ dar luogo ad effetti sistemicigravi.

CONSERVAZIONE
Non conservare al di sopra dei 25 gradi C.

AVVERTENZE
Il prodotto, pur presentando uno scarsissimo assorbimento sistemico, deve essere usato con cautela nei soggetti affetti da ipertensione, ipertiroidismo, disturbi cardiaci, ed iperglicemia (diabete). In caso delpersistere o aggravarsi dei sintomi dopo breve periodo di trattamentoinvitare il paziente a consultare il medico. In ogni caso, il prodotto non deve essere impiegato per piu’ di 4 giorni consecutivi, salvo diversa prescrizione medica, stante la possibilita’ che possano verificarsi in caso contrario, effetti indesiderati. Il prodotto, se accidentalmente ingerito o se impiegato per lunghi periodi a dosi eccessive, puo’ determinare fenomeni tossici. Infezioni, pus, corpi estranei nell’occhio, danni meccanici, chimici, da calore, richiedono l’intervento del medico. L’uso, specie se prolungato dei prodotti topici puo’ dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso e’ necessario interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea. Poiche’ il prodotto, nella confezione flacone 10 ml, contiene il benzalconio cloruro come conservante che puo’ dare origine a reazioni di sensibilizzazione enon deve essere applicato mentre si indossano lenti a contatto (nel caso di portatori di lenti a contatto, indossare le stesse solo 15 minuti dopo l’uso del prodotto). In questi casi e’ possibile utilizzare ilcontenitore monodose che non contiene conservanti.

INTERAZIONI
Non deve essere usato in concomitanza con l’assunzione di farmaci inibitori della monoaminossidasi, poiche’ cio’ puo’ determinare l’insorgenza di gravi crisi ipertensive.

EFFETTI INDESIDERATI
L’uso del prodotto puo’ determinare talvolta dilatazione pupillare, effetti sistemici da assorbimento (ipertensione, disturbi cardiaci, iperglicemia), aumento della pressione endoculare, nausea, cefalea. Nei bambini se accidentalmente ingerito, il preparato puo’ determinare sopore anche profondo, ed ipotonia. Raramente possono manifestarsi fenomenidi ipersensibilita’. In tal caso occorre interrompere il trattamentoed istituire terapia idonea. Segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite l’Agenzia Italiana del Farmaco.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
I dati relativi all’uso di feniramina maleato e tetrizolina cloridratoin donne in gravidanza non esistono o sono in numero limitato. A scopo precauzionale, e’ preferibile in gravidanza e durante l’allattamento, usare solo in caso di effettiva necessita’, sotto il diretto controllo del medico.

In offerta!

OCTILIA ALL INF*COLL10FL 0,5ML

7,90 7,50

Octilia Allergia e Infiammazione Collirio Monodose – Bugiardino

Cos’è Octilia Allergia e Infiammazione:

Octilia Allergia e Infiammazione è un farmaco da banco utile in caso di stati allergici ed infiammatori della congiuntiva.

Cosa contiene Octilia Allergia e Infiammazione:

100 ml di soluzione contengono:
Principi attivi:  Feniramina maleato 0,30 g; Tetrizolina cloridrato 0,05 g
Eccipienti: Acido borico; Borace; Acqua per preparazioni iniettabili.

Indicazioni terapeutiche:

Negli stati allergici ed infiammatori della congiuntiva accompagnati da fotofobia, lacrimazione, sensazione di corpo estraneo, dolore.

Posologia e modo di somministrazione:

Instillare nell’occhio interessato 1-2 gocce 2-3 volte al giorno. Non superare le dosi consigliate.
Attenersi scrupolosamente alle dosi consigliate. Un dosaggio superiore del prodotto anche se assunto per via topica e per breve periodo di tempo può dar luogo ad effetti sistemici gravi.

Controindicazioni:

Ipersensibilità verso i componenti del prodotto o altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico; in particolare verso xilometazolina, oximetazolina, tetrizolina. Glaucoma ad angolo stretto/chiuso o altre gravi malattie dell’occhio.
Controindicato nei bambini al di sotto dei dodici anni.
Generalmente controindicato durante la gravidanza e l’allattamento.
Controindicato nel contemporaneo trattamento con farmaci inibitori delle monoaminossidasi (tranilcipromina, fenelzina, pargilina).

Avvertenze speciali e opportune precauzioni d’uso:

Il prodotto, pur presentando uno scarsissimo assorbimento sistemico, deve essere usato con cautela nei soggetti affetti da ipertensione, ipertiroidismo, disturbi cardiaci, ed iperglicemia (diabete). In caso del persistere o aggravarsi dei sintomi dopo breve periodo di trattamento invitare il paziente a consultare il medico. In ogni caso, il prodotto non deve essere impiegato per più di 4 giorni consecutivi, salvo diversa prescrizione medica, stante la possibilità che possano verificarsi in caso contrario, effetti indesiderati. Il prodotto, se accidentalmente ingerito o se impiegato per lunghi periodi a dosi eccessive, può determinare fenomeni tossici. Infezioni, pus, corpi estranei nell’occhio, danni meccanici, chimici, da calore, richiedono l’intervento del medico. L’uso, specie se prolungato dei prodotti topici può dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso è necessario interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea. Poiché il prodotto, nella confezione flacone 10 ml, contiene il benzalconio cloruro come conservante che può dare origine a reazioni di sensibilizzazione e non deve essere applicato mentre si indossano lenti a contatto (nel caso di portatori di lenti a contatto, indossare le stesse solo 15 minuti dopo l’uso del prodotto). In questi casi è possibile utilizzare il contenitore monodose che non contiene conservanti.

Interazioni:

Octilia Allergia e Infiammazione non deve essere usato in concomitanza con l’assunzione di farmaci inibitori della monoaminossidasi, poiché ciò può determinare l’insorgenza di gravi crisi ipertensive.

Effetti indesiderati:

L’uso del prodotto può determinare talvolta dilatazione pupillare, effetti sistemici da assorbimento (ipertensione, disturbi cardiaci, iperglicemia), aumento della pressione endoculare, nausea, cefalea. Nei bambini se accidentalmente ingerito, il preparato può determinare sopore anche profondo, ed ipotonia. Raramente possono manifestarsi fenomeni di ipersensibilità. In tal caso occorre interrompere il trattamento ed istituire terapia idonea. La segnalazione di reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette il continuo monitoraggio del bilancio beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite l’Agenzia Italiana del Farmaco.

Gravidanza e allattamento:

I dati relativi all’uso di feniramina maleato e tetrizolina cloridrato in donne in gravidanza non esistono o sono in numero limitato. A scopo precauzionale, è preferibile in gravidanza e durante l’allattamento, usare il prodotto solo in caso di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.

Periodo di validità:

Flaconcini monodose: 2 anni a confezionamento integro.
Il prodotto non contiene conservanti: il contenitore monodose deve essere utilizzato immediatamente dopo l’apertura; il medicinale residuo deve essere eliminato anche se solo parzialmente utilizzato.
Il prodotto non deve essere utilizzato oltre 28 giorni dopo l’apertura della bustina di alluminio contenente i contenitori monodose.

Formato:

Flacone da 10 flaconcini monodose.

OCTILIA*COLL 10FL 0,5ML

7,90

OCTILIA 0,5 MG/ML COLLIRIO, SOLUZIONE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
Simpaticomimetici impiegati come decongestionanti.

PRINCIPI ATTIVI
100 ml contengono: tetrizolina cloridrato 0.05 g.

ECCIPIENTI
Flacone: sodio cloruro, acido borico, borace, benzalconio cloruro sol., disodio edetato, sodio idrossido e acido cloridrico (per la regolazione del pH), acqua per preparazioni iniettabili. Contenitori monodose:sodio cloruro, acido borico, borace, sodio idrossido e acido cloridrico (per la regolazione del pH), acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI
E’ indicato nel trattamento sintomatico delle irritazioni oculari dovute a fumo, vento, acqua salata, esposizione prolungata alla luce, congiuntivite allergica e da altri agenti irritativi.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Ipersensibilita’ al principio attivo o a uno qualsiasi degli eccipienti. Non deve essere somministrato: nei pazienti con glaucoma ad angolostretto e nei pazienti con gravi malattie oculari; nei pazienti con patologie gravi cardiovascolari (disturbi delle arterie coronarie, ipertensione); pazienti con feocromocitoma; nei pazienti con disturbi del metabolismo e della nutrizione (es ipertiroidismo, diabete mellito); nei pazienti in trattamento con farmaci inibitori delle monoamminoossidasi o altri farmaci che possono potenzialmente incrementare la pressione; nei pazienti con rinite e cheratocongiuntivite; nei bambini di eta’inferiore a tre anni

POSOLOGIA
Uso Oculare. Instillare una o due gocce in ogni occhio due o tre volteal giorno. Non superare le dosi consigliate. Aprire ruotando e tirando il cappuccio, esercitare una leggera pressione sul corpo del contenitore, la quale sara’ sufficiente per far cadere la goccia nell’occhio.Per evitare la contaminazione del prodotto evitare il contatto dell’estremita’ del contagocce con qualsiasi superficie. Dopo l’instillazione e’ conveniente battere le palpebre con delicatezza per alcuni secondi per facilitare la distribuzione uniforme delle gocce. Le lenti a contatto vanno rimosse prima dell’uso. Il prodotto deve essere utilizzatoesclusivamente per irritazioni oculari minori. Se non si ottiene sollievo entro 48 ore o se l’irritazione o l’arrossamento persistono o aumentano, sospendere l’uso e consultare il medico. Interrompere il trattamento appena scompaiono i sintomi e non continuare mai oltre una settimana.

CONSERVAZIONE
Flacone: non ci sono particolari condizioni di conservazione. Contenitori monodose : non conservare il medicinale al di sopra di 30 gradi C.

AVVERTENZE
Non deve essere utilizzato nei bambini sotto i tre anni di eta’. Si raccomanda precauzione in pazienti di eta’ superiore a 65 anni. Come inaltri prodotti ad impiego oftalmico e’ presente la possibilita’ di unassorbimento sistemico. Qualora si manifestassero dolori oculari, cefalea, improvvise alterazioni del campo visivo, comparsa di macchie visive, intenso arrossamento dell’occhio, intolleranza alla luce o diplopia, interrompere il trattamento e consultare prontamente il medico. Utilizzare esclusivamente per uso oftalmico. Se non si ottiene un miglioramento in 48 ore o se l’irritazione o l’arrossamento persistono o aumentano, sospendere l’uso e consultare il medico. Infezioni, pus, corpiestranei nell’occhio, danni meccanici, chimici, da calore richiedono l’attenzione del medico. Il prodotto deve essere impiegato con cautelanei pazienti affetti da ipertensione, ipertiroidismo, malattie cardiovascolari gravi e iperglicemia (diabete mellito). Il prodotto, se ingerito o se impiegato per un lungo periodo a dosi eccessive, puo’ determinare fenomeni tossici. L’uso a lungo termine e l’abuso del prodotto puo’ produrre un aumento dell’iperemia od una iperemia di rimbalzo. L’uso del prodotto puo’ causare una midriasi temporanea. Informazioni importanti su alcuni eccipienti. Relativamente alla formulazione nel flacone da 10 ml, come avviene per tutte le preparazioni oftalmiche contenenti benzalconio cloruro, l’uso del prodotto puo’ causare irritazione agli occhi. Evitare il contatto con lenti a contatto morbide. L’eccipiente benzalconio cloruro possiede un’azione decolorante nei confronti delle lenti a contatto morbide, per questo occorre togliere le lenti acontatto prima dell’applicazione ed attendere almeno 15 minuti prima di riapplicarle.

INTERAZIONI
Non deve essere utilizzato nei pazienti in trattamento con farmaci inibitori delle monoamminoosidasi per la possibile insorgenza di gravi crisi ipertensive. Se si utilizza qualcun altro prodotto per via oftalmica si raccomanda di attendere almeno 5 minuti tra le due somministrazioni.

EFFETTI INDESIDERATI
L’ingestione accidentale o l’impiego del farmaco per un lungo periodoa dosi eccessive puo’ determinare fenomeni tossici. Non comuni (>1/1.000, <1/100): arrossamento della mucosa oculare, secchezza oculare, iperemia, palpitazioni, cefalea, tremore, debolezza e aumento della pressione sanguigna. Rari (>1/10.000, <1/1.000): visione sfocata, irritazioni della congiuntiva, midriasi. L’uso prolungato e frequente puo’ produrre la sindrome dell’occhio secco. Il prodotto va tenuto lontano dalla vista e dalla portata dei bambini perche’ un’ingestione accidentalepuo’ provocare una forte sedazione. Agli operatori sanitari e’ richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
Non sono stati condotti studi adeguati e ben controllati per determinare l’effetto della tetrizolina cloridrato sul feto. Non e’ noto se ilprodotto sia escreto nel latte materno. Nelle donne in stato di gravidanza o durante l’allattamento, il prodotto va somministrato nei casi

OCTILIA*COLL 10ML 0,5MG/ML

7,50

OCTILIA 0,5 MG/ML COLLIRIO, SOLUZIONE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
Simpaticomimetici impiegati come decongestionanti.

PRINCIPI ATTIVI
100 ml contengono: tetrizolina cloridrato 0.05 g.

ECCIPIENTI
Flacone: sodio cloruro, acido borico, borace, benzalconio cloruro sol., disodio edetato, sodio idrossido e acido cloridrico (per la regolazione del pH), acqua per preparazioni iniettabili. Contenitori monodose:sodio cloruro, acido borico, borace, sodio idrossido e acido cloridrico (per la regolazione del pH), acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI
E’ indicato nel trattamento sintomatico delle irritazioni oculari dovute a fumo, vento, acqua salata, esposizione prolungata alla luce, congiuntivite allergica e da altri agenti irritativi.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Ipersensibilita’ al principio attivo o a uno qualsiasi degli eccipienti. Non deve essere somministrato: nei pazienti con glaucoma ad angolostretto e nei pazienti con gravi malattie oculari; nei pazienti con patologie gravi cardiovascolari (disturbi delle arterie coronarie, ipertensione); pazienti con feocromocitoma; nei pazienti con disturbi del metabolismo e della nutrizione (es ipertiroidismo, diabete mellito); nei pazienti in trattamento con farmaci inibitori delle monoamminoossidasi o altri farmaci che possono potenzialmente incrementare la pressione; nei pazienti con rinite e cheratocongiuntivite; nei bambini di eta’inferiore a tre anni

POSOLOGIA
Uso Oculare. Instillare una o due gocce in ogni occhio due o tre volteal giorno. Non superare le dosi consigliate. Aprire ruotando e tirando il cappuccio, esercitare una leggera pressione sul corpo del contenitore, la quale sara’ sufficiente per far cadere la goccia nell’occhio.Per evitare la contaminazione del prodotto evitare il contatto dell’estremita’ del contagocce con qualsiasi superficie. Dopo l’instillazione e’ conveniente battere le palpebre con delicatezza per alcuni secondi per facilitare la distribuzione uniforme delle gocce. Le lenti a contatto vanno rimosse prima dell’uso. Il prodotto deve essere utilizzatoesclusivamente per irritazioni oculari minori. Se non si ottiene sollievo entro 48 ore o se l’irritazione o l’arrossamento persistono o aumentano, sospendere l’uso e consultare il medico. Interrompere il trattamento appena scompaiono i sintomi e non continuare mai oltre una settimana.

CONSERVAZIONE
Flacone: non ci sono particolari condizioni di conservazione. Contenitori monodose : non conservare il medicinale al di sopra di 30 gradi C.

AVVERTENZE
Non deve essere utilizzato nei bambini sotto i tre anni di eta’. Si raccomanda precauzione in pazienti di eta’ superiore a 65 anni. Come inaltri prodotti ad impiego oftalmico e’ presente la possibilita’ di unassorbimento sistemico. Qualora si manifestassero dolori oculari, cefalea, improvvise alterazioni del campo visivo, comparsa di macchie visive, intenso arrossamento dell’occhio, intolleranza alla luce o diplopia, interrompere il trattamento e consultare prontamente il medico. Utilizzare esclusivamente per uso oftalmico. Se non si ottiene un miglioramento in 48 ore o se l’irritazione o l’arrossamento persistono o aumentano, sospendere l’uso e consultare il medico. Infezioni, pus, corpiestranei nell’occhio, danni meccanici, chimici, da calore richiedono l’attenzione del medico. Il prodotto deve essere impiegato con cautelanei pazienti affetti da ipertensione, ipertiroidismo, malattie cardiovascolari gravi e iperglicemia (diabete mellito). Il prodotto, se ingerito o se impiegato per un lungo periodo a dosi eccessive, puo’ determinare fenomeni tossici. L’uso a lungo termine e l’abuso del prodotto puo’ produrre un aumento dell’iperemia od una iperemia di rimbalzo. L’uso del prodotto puo’ causare una midriasi temporanea. Informazioni importanti su alcuni eccipienti. Relativamente alla formulazione nel flacone da 10 ml, come avviene per tutte le preparazioni oftalmiche contenenti benzalconio cloruro, l’uso del prodotto puo’ causare irritazione agli occhi. Evitare il contatto con lenti a contatto morbide. L’eccipiente benzalconio cloruro possiede un’azione decolorante nei confronti delle lenti a contatto morbide, per questo occorre togliere le lenti acontatto prima dell’applicazione ed attendere almeno 15 minuti prima di riapplicarle.

INTERAZIONI
Non deve essere utilizzato nei pazienti in trattamento con farmaci inibitori delle monoamminoosidasi per la possibile insorgenza di gravi crisi ipertensive. Se si utilizza qualcun altro prodotto per via oftalmica si raccomanda di attendere almeno 5 minuti tra le due somministrazioni.

EFFETTI INDESIDERATI
L’ingestione accidentale o l’impiego del farmaco per un lungo periodoa dosi eccessive puo’ determinare fenomeni tossici. Non comuni (>1/1.000, <1/100): arrossamento della mucosa oculare, secchezza oculare, iperemia, palpitazioni, cefalea, tremore, debolezza e aumento della pressione sanguigna. Rari (>1/10.000, <1/1.000): visione sfocata, irritazioni della congiuntiva, midriasi. L’uso prolungato e frequente puo’ produrre la sindrome dell’occhio secco. Il prodotto va tenuto lontano dalla vista e dalla portata dei bambini perche’ un’ingestione accidentalepuo’ provocare una forte sedazione. Agli operatori sanitari e’ richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
Non sono stati condotti studi adeguati e ben controllati per determinare l’effetto della tetrizolina cloridrato sul feto. Non e’ noto se ilprodotto sia escreto nel latte materno. Nelle donne in stato di gravidanza o durante l’allattamento, il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessita’, sotto il diretto controllo del medico. Non sono stati identificati studi preclinici per la valutazione del potenziale mutageno, cancerogeno o teratogeno del prodotto o il suo potenzialeimpatto sulla fertilita’ o sullo sviluppo.

In offerta!

STILLA DECONG*COLL 8ML 0,05%

7,50 6,50

Ulteriori informazioni

Principi attivi

  • 4 mg TETRIZOLINA CLORIDRATO
Indicazioni:
Irritazione, bruciore, arrossamento, prurito dell’occhio dovuto a cause allergiche o fisiche (eccessiva esposizione ai raggi solari o al riverbero delle nevi o ai fari abbaglianti nei viaggi notturni in auto o alla polvere negli ambienti di lavoro, ecc.).

Modo d’uso:
Instillare 1 o 2 gocce per occhio, 2-3 volte al giorno. Il prodotto non deve essere impiegato per piu’ di 4 giorni consecutivi. Non superare le dosi consigliate. Nei bambini al di sotto dei 12 anni (e al di sopra dei 3 anni di eta’) utilizzare il medicinale solo dietro consiglio del medico.

Principio attivo:
100 ml contengono 0,05 g di tetrizolina cloridrato.

Eccipienti:
Collirio in flacone: acido borico, sodio tetraborato, sodio cloruro, benzalconio cloruro, bleu di metilene, acqua per preparazioni iniettabili q.b. Collirio in contenitori monodose: glicerolo, acido borico, sodio borato, polisorbato 80, acqua per preparazioni iniettabili q.b.

In offerta!

STILLERGY*COLL FL 8ML0,05%+0,3

7,50 6,50

Decongestionante ed antiallergico.

INDICAZIONI
Per il trattamento sintomatico degli episodi di irritazione e congestione della congiuntiva.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Ipersensibilita’ ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Glaucoma ad angolo chiuso. Questo prodotto contiene acido borico enon va somministrato ai bambini al di sotto dei 3 anni di eta’.Consultare il medico in caso di gravidanza o allattamento e nei bambini di eta’ inferiore ai 12 anni.Nei soggetti affetti da glaucoma, altre malattie dell’occhio o con lesioni provocate da agenti meccanici, chimici, fisici (calore) o, comunque, quando sono presenti caratteristiche (quali, ad esempio, secrezione oculare o sensazione di corpo estraneo) diverse dal normale lieve disturbo facilmente riconoscibile dal soggetto (semplice arrossamento degli occhi) il prodotto deve essere usato solo dietro prescrizione medica.In generale, le lenti a contatto (specialmente quelle idrofiliche, morbide) non dovrebbero essere portate durante il trattamento con tutti imedicinali per uso oculare.

POSOLOGIA
Instillare 1-2 gocce nel sacco congiuntivale, 2-3 volte al giorno.Non usare per piu’ di 3-4 giorni salvo diversa prescrizione del medico.

INTERAZIONI
Per il possibile assorbimento sistemico del medicinale non possono essere escluse interazioni con altri farmaci; in particolare, i soggettiin terapia con farmaci inibitori delle monoaminossidasi (anti-MAO) possono usare il medicinale solo dopo aver consultato il medico.

EFFETTI INDESIDERATI
Gli effetti indesiderati piu’ comunemente riportati sono: annebbiamento della vista, irritazione congiuntivale, bruciore oculare, midriasi (dilatazione della pupilla).Occasionalmente: nausea, cefalea, ipertensione, debolezza, sudorazione, vertigini, palpitazioni, tremori, insonnia, aumento della pressione endoculare.